Coffee Fashion Blog

Moda, stile e fashion marketing

Il compleanno di Re Giorgio

L’11 Luglio ’14 Re Giorgio compie 80 anni, quasi quaranta di onorata carriera!

Da lui, più di tutti, c’è da imparare immensamente su cos’è un brand! Una vita dedicata all’eleganza ed all’affermazione, non solo di un marchio, ma di uno stile di vita. A mio parere, mai brand nella moda fu più riuscito.

A lui si devono moltissime innovazioni nella moda:

La giacca destrutturata:

Che meraviglia le giacche morbide, in maglia, spesso senza fodera, comodissime ed elegantissime allo stesso tempo, un uomo, molto più che una donna, è sempre perfetto ed impeccabile con una giacca Armani, anche nel tempo libero.

Ve lo ricordate? Vestiva Armani, of course.

Ve lo ricordate? Vestiva Armani, of course.

 

Le scarpe piatte che ci fanno eleganti :

Da quando ha fatto spuntare le ballerine e i sandali bassi in passerella, non è più reato essere eleganti, femminili, e rilassate. Mentre tutti sfoderano tacchi 22 e plateau di dubbio gusto, lui è sempre rimasto fedele alla classe come prima regola assoluta. Lo stimo per questo, la sua donna è raffinata, mai banale e mai volgare.

Elegantissime anche con le scarpe piatte

Elegantissime anche con le scarpe piatte

I capelli corti:

Sì, si è donne e meravigliose anche con i capelli corti e senza criniera selvaggia!

I capelli corti come simbolo di femminilità

I capelli corti come simbolo di femminilità

 

I pantaloni morbidi da uomo:

Che sciccheria l’uomo vestito in Armani col pantalone largo e scivolato. Certo, non è per tutti, ma chi se lo può permettere, lo osi senza indugio. Ancora oggi, dopo 40 anni, le filate uomo di Giorgio Armani ed Emporio, sono simbolo di mascolinità moderna, mai effemminata, mai oltrepassando la soglia dell’essere comodi, eleganti, ma uomini. Non si può certo dire lo stesso di altri stilisti…

 

La t-shirt sotto la giacca come simbolo di estrema eleganza:

Un t-shirt dal taglio perfetto, una giacca e un jeans e sei impeccabile. Oggi sembra scontato ma questa chicca l’ha inventata lui.

Un pantalone morbido, una giacca destrutturata e sotto: una t-shirt!

Un pantalone morbido, una giacca destrutturata e sotto: una t-shirt!

 

L’uso dei colori neutri come must:

Il grigiolino, il begiolino, il toupe ( se vogliamo essere più tecnici), sono colori emblema dello stile Armani. Prima relegati a colori che “sbattono” oggi vengono chiamati “nuovi neutri”. In realtà stanno bene e tutte, se abbinati nel modo giusto, sono raffinati e permettono di essere eleganti con toni chiari e senza dover ricorrere al solito nero.

 

Ognuna di queste innovazioni, chiamiamole così, ha in realtà risposto a specifiche esigenze del vestirsi, Giorgio ne ha fatto non solo il suo simbolo di riconoscimento, ma ha saputo mixare necessità e virtù creando uno stile riconoscibile in tutto il mondo. Le foto di questo articolo sono d’archivio e appartengono a collezioni degli scorsi anni, ma se notate bene, sono abiti ancora estremamente attuali, non riconducibili ad una collezione in particolare; probabilemente, se togliete le spalline imbottite, potreste riutilizzare anche una giacca Emporio anni ’80. Questo è lo stile.

Restare fedele ai must è ciò che crea un forte brand: un‘identità chiara, definita, perpetuata nel tempo. Adattare lo stile con l‘evolversi del tempo è giusto, adattare i volumi, regolare le forme, è sacrosanto, ma lo stile, quello è eterno, immutevole e chi lo cambia di stagione in stagione commette un grave errore.

 

Re Giorgio è sulla cresta dell’onda da 40 anni seguendo questo principio….io mi fiderei 😉

 

Auguri Giorgio!

 


Moda e cappelli al Voghera country festival 2014 Ecco le 7 regole per scegliere lo stilista.
Moda e cappelli al Voghera country festival 2014
Ecco le 7 regole per scegliere lo stilista.

Dimmi cosa ne pensi

CoffeeFashionBlog | Moda, stile e pensieri di vita. Mi piace vivere e pensare con stile.
©2013
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: