Coffee Fashion Blog

Moda, stile e fashion marketing

Country

Moda e cappelli al Voghera country festival 2014

Che ti piaccia o no, il country è parte integrante della mia vita e mi piace parlarne e renderti partecipe di ciò che accade nelle manifestazioni più importanti. Un po’ perché così ti farai quattro risate (se non sei dell’ambiente) perché sembriamo tutti vestiti da carnevale anche se per noi è proprio uno stile di vita, e un po’ prendo sempre spunto per raccontare un po’ di cose in chiave di marketing, che non fa mai male. Quello che si è appena concluso è il Voghera Country Festival che si tiene probabilmente nell’unico vero ranch in totale stile americano che c’è in Italia: il Cowboy Guest Ranch in quel di Voghera. L’appuntamento annuale più international che c’è, perché vengono un po’ da tutta Europa:Francia (i coreografi più figherrimi del momento vengono da lì), Germania, Spagna… e dove si può respirare il country per tre lunghi giorni dal mattino fino a notte fonda, gustarsi un concerto di un cantante country americano doc, ritrovare gli amici sparsi un po’ in tutta Italia e naturalmente ballare ballare ballare ballare! Ahhhh…che meraviglia il Voghera country festival! Il bello del festival è senza dubbio l’atmosfera che si respira solo in eventi di questo calibro e chi si occupa di moda e fa un bell’abbigliamento per “donna giovane” dovrebbe prendere qualche spunto. Ok, è una bella storia, mi dirai, ma io faccio moda per donne giovani e alla moda, cosa cavolo c’entrano le tamarrate country? Uuhhh, c’entra eccome. Perché gli incassi che i rivenditori di magliette, stivali, jeans, accessori, e tutto ciò che è country, in questi eventi sfiorano cifre da capogiro! Non c’è nessuno, o meglio, nessun ballerino, che se ne va dal salone del cavallo o dal festival di Voghera senza essersi comprato uno stivale tamarro,una cintura nuova, un cappello rigorosamente marchio “Tacchino”. Senza cappello non è country! Bello bello ma, di nuovo, cosa cavolo c’entra questa storia con la mia azienda? E qui casca l’asino. In realtà, quello che accade al salone del cavallo, così come in moltissime altre manifestazioni di settori specifici, è qualcosa che tutti conoscono, ma che nessuno valuta col giusto approccio: si chiama TARGET! Il target dovrebbe essere una religione per la tua attività! Qualcosa a cui essere devoto come la madonnina di Lourdes! “Oh, ma il mio target è la donna giovane” Bene, se il tuo target è la donna giovane allora faresti più soldini se vendessi roba tamarra ai ballerini country! Garantito al limone! Se il tuo target è la donna giovane, allora non hai un target e sicuramente hai anche un problema: se vuoi vendere a tutti ( donne dai 18 ai 50 anni) probabilmente stai vendendo a pochissime donne rispettto al tuo potenziale. Capisco che non si chiaro come ragionamento, per lo meno nel principio, ma se il signor Tacchino ( mi perdoni se lo prendo sempre come esempio ma calza sempre a pennello) è diventato da cappellaio che faceva cappelli di ogni tipo, un cappellaio che fa SOLO cappelli country e ne vende in quantità davvero ingente al target giusto, allora tu dovresti fare lo stesso! Qualche cappello? Pensaci, non siamo più negli anni ’40 dove tutti giravano con il cappello, uomini e donne, chi si mette cappelli oggi?? Due gatti in croce direi. Eppure nel mondo country TUTTI portano il cappello! Cappello tanto tanto figo nel country! Se tu non ha cappello, tu non sei country! E voilà, ecco trovata una nicchia fantastica per vendere un certo tipo di cappelli e solo quelli! Così, se tu fai moda donna giovane, io vedo il tuo lavoro a rischio come il mestiere di modista, che la mia nonnina faceva con tanto amore e dedizione degli anni ‘40/’50 ma che è completamente sparito oggi a meno di non lavorare per la Regina Elisabetta d’Inghilterra. Quindi rivedi il tuo target e magari da oggi guarderai il country con occhio diverso ;-)   Keep it country!   Cowboys' Guest Ranch Il ballo è la nostra passione La moda al Voghera country festival Fa caldo, al guest ranch! Il ballo è la nostra passione La moda al Voghera country festival Un autentico ranch La moda al Voghera country festival Cowboys' guest ranch


Come in Texas al Voghera Country Festival

Come ogni anno il Voghera Country Festival è un tuffo nell’America del Texas, ci si dimentica di essere in provincia di Pavia e sogniamo di essere nelle praterie americane, quello vere, quelle originali. E’ un tuffo nella tradizione, nel sapore della musica , nell’ America più patriottica. L’America che amiamo noi non è quella di New York o delle nuove tecnologie, quella che amiamo noi è quella dei cavalli, di Nashville, della line dance, al ritmo dei violini delle ballate country. Il Voghera country festival non ha nulla da invidiare all’America del Texas. Quest’anno sono stata spesso in dubbio se andare o no, ma non mi pento affatto di aver vissuto nuovamente una giornata dal sapore Texano, perché quando si entra nell’arena del Guest Ranch tutto il resto del mondo ne rimane fuori, io vengo letteralmente sopraffatta dalla magia di questi luoghi e dalla gente che li anima; quando vedo migliaia di cappelli che di muovono all’unisono, quando vedo stivali dappertutto , quando la musica riempie il cuore e le orecchie…beh io dimentico tutto e ricordo solo quanto amo questo mondo parallelo! La moda nel country, non è cosa per cuori teneri, la moda qui impone tamarraggine, spergiudicatezza e carattere! La moda, nel country è per chi vuole far davvero vedere che c’è, che è sintonizzato con questo mondo e  non è roba per timidi. A  me piace per questo, niente mode passeggere ma solo stile Americano come il buon senso vuole che sia! Ancora una volta è difficile spiegare la magia di questo mondo se non se ne fa parte, perché quando ti rapisce non ti lascia più e ti ingloba in tanti eventi e manifestazioni a cui poi, ogni anno, è impossibile mancare, perché ognuna ha la sua particolarità, ognuna ti fa sorridere e sognare in modo diverso, come il Voghera Country Festival, che ogni anno ci riunisce tutti sudati e con la pressione ai minimi storici a sorbirci un caldo infernale che rimane impresso nella memoria e nelle cellule per secoli a venire (…ma quest’anno abbiamo avuto un po’ di clemenza  :-)), a fare gare di ballo in gruppi sempre più numerosi, sempre più catalanizzati e sempre più carichi, a fare gli stage con i coreografi importanti, quelli fighi, a vedere il concerto dell’artista dell’anno, perché qui da noi di cantanti Country non ne passano tanti e non ci perdiamo certo l’occasione! E poi gli sguardi, gli abbracci, gli “ Eh ma ci sei anche tu! Che bello!”, i sorrisi, le minigonne storiche ( che abbondano in questa stagione) e i gavettoni ( che ci piacerebbero tanto; magari l’anno prossimo porto il super liquidator….!!) ,i “Hei ma che ballo ci ballano su questa canzone??”, i “ I catalani sono tutti uguali…”,i “ io voglio ballare i tusteppe”…. …ma davvero non vi è ancora venuta voglia di provare un po’ di country??? …Siete dei pazzi! Io lo dico sempre….


Fashion al Salone del Cavallo 2013

Alla faccia del Coachella festival, dove le vip di tutto il mondo si agghindano da hippie, al Salone del Cavallo americano edizione 2013, si sono messi in mostra i ballerini di line dance e i cavallari di tutta Italia, sfoggiando i loro look al limite del tamarro (ok, molto spesso oltrepassandolo…) ma si sa, nel country il tamarro è bello, quindi gara spietata a chi aveva lo stivale più colorato, pitonato e borchiato e a chi aveva il cappello più costoso ( arriviamo anche ai 300 € eh si!!) ma tutti hanno sfoggiato look invidiabili! Anche chi non aveva mai ceduto il passo ad un vero stivale country, qui non ha potuto fare a meno di capitolare e acquistare stivali di tutto rispetto! Il signor Tacchino ( vi giuro che esiste!) patron dei cappelli country made in Italy, ha fatto da padrone con uno stand da far girar la testa, che è stato preso d’assalto e svuotato prima della fine della domenica pomeriggio.  Ma il salone del cavallo non è solo moda e tamarraggine, che pur ci piace molto, ma anche e soprattutto un evento nazionale che raggruppa i ballerini di tutta Italia ( i Siciliani ci sono mancati molto quest’anno, però!) ed è un evento memorabile dove accorrono migliaia di persone unite dallo spirito country, voglia di stare assieme e divertirsi, fare l’alba chiaccherando con gli amici, ballare fino a perdere la sensibilità nei piedi, comprarsi stivali e cappello nuovi anche se non ci servono affatto, ridere a crepapelle, sfornare torte da condividere a notte fonda con i pochi superstiti, aggiornare lo stato facebook con le foto del momento perché, noi c’eravamo e vogliamo che tutti lo sappiano! Quindi se siete all’oscuro di questo mondo di cowboy, stivali e cappelli, forse vi sembrerà un ballo in maschera, ma per noi è l’essenza della gioia e del divertimento, è un modo di essere e di assaporare la vita che ci fa sognare al ritmo della musica country e, se ve lo siete perso, allora non potete mancare l’anno prossimo perché tutto sarà ancora e semplicemente sempre più country!  


CoffeeFashionBlog | Moda, stile e pensieri di vita. Mi piace vivere e pensare con stile.
©2013